Esperienze traumatiche e comportamenti criminali

Juvenile in jail

Il 19 giugno 2012, dalle 3 alle 6 del pomeriggio, presso il Parliamentary Office of Science and Technology di Londra, si è tenuto una conferenza dal titolo Neuroscience, Children & the Law. Durante questo incontro professori e ricercatori in neuroscienza hanno esposto le loro più recenti ricerche sul comportamento delinquenziale in età infantile.

I vari interventi hanno mostrato che il crescere in un ambiente familiare difficile e non sereno crea delle distorsioni nello sviluppo di alcune funzioni del cervello, e ciò facilita l’insorgere di malattie mentali e di comportamenti violenti. Molte sono le cause e i fattori scatenanti, e variano nella loro intensità. In particolare la professoressa Seena Fazel della Oxford University ha dimostrato che un episodio traumatico (TBI – Traumatic Brain Injury ), dovuto ad un incidente o ad una violenza, aumenta sensibilmente l’aumento del rischio di coinvolgimento in attività criminali. Il 45% dei piccoli trasgressori ha, infatti, alle spalle uno o più episodi di TBI.

Come queste scoperte scientifiche possano aiutare a migliorare il sistema giudiziario ancora non è ben chiaro, ma certo l’individuazione dei fattori scatenanti potrebbero fornire materiale interessante per delle misure preventive. Molti poi auspicano riforme nel diritto penale e penitenziario, sostenendo una modifica nell’età e nelle motivazioni per la responsabilità criminale dei giovanissimi.

Nel frattempo, l’Economic and Social Research Council ha messo a disposizione un fondo di 205 mila sterline per finanziare progetti pubblici e privati di ricerca in ambito sociale ed economico. Se qualcuno avesse in mente un’idea migliorativa del nostro sistema giudiziario, potrebbe provare a fare domanda di finanziamento. Con l’auspicio che sempre più si sviluppi il dialogo tra neuroscienziati, giuristi e legislatori.

Advertisements

3 thoughts on “Esperienze traumatiche e comportamenti criminali

  1. Cara Giulia
    davvero molto interessante
    Penso che potremmo proporre di presentare domanda di finanziamento ad un certo Silvio Berlusconi
    Lui si che ha delle buone idee su come riformare il sistema giudiziario e penitenziale

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s